Tunnel e gallerie

riempimento-conci-scavo-tbm-leca-geotecnica-AG7-2
riempimento-conci-scavo-tbm-leca-geotecnica-AG7-3
riempimento-conci-scavo-tbm-leca-geotecnica-AG7-2
riempimento-conci-scavo-tbm-leca-geotecnica-AG7-3

Lo scavo di gallerie e tunnel meccanizzato con TBM in rocce o ammassi rocciosi ad elevata convergenza (ovvero che hanno marcata tendenza ad espandersi, riducendo la sezione trasversale del foro praticato) richiede particolare attenzione in fase di progettazione e realizzazione, al fine di evitare che la roccia eserciti spinte eccessive sugli elementi di rivestimento della galleria.

L’inserimento di un materiale come l’argilla espansa Leca tra l’ammasso roccioso ed il rivestimento permette di controllare questo fenomeno: il materiale deve possedere sufficiente rigidezza per garantire la stabilità dell’anello di rivestimento ma deve poter collassare al raggiungimento di una sollecitazione voluta, deformandosi plasticamente, e riducendo la spinta trasmessa al rivestimento.
Il procedimento, messo a punto per il traforo del Gran San Bernardo tra Italia e Svizzera sulle Alpi, è stato premiato come miglior soluzione tecnologica dell’anno al World Tunneling Congress 2012. 

L’argilla espansa è comunemente impiegata per riempire vari tipi di cavità tra rivestimento e roccia in gallerie sia in caso di nuova costruzione che in esercizio, anche in assenza di rocce convergenti.

 

Richiedi informazioni
  • Manuali e brochure
  • Vantaggi

Vantaggi

Richiedi informazioni


    I campi contrassegnati con * sono obbligatori

    Iscriviti a LecaNews, la newsletter del gruppo Laterlite che ti tiene costantemente aggiornato sulle novità, le soluzioni e i sistemi tecnici del mondo Leca.

    Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

    Privacy*

    I campi contrassegnati con * sono obbligatori