Centro Ospedaliero, Pordenone

ospedale-pordenone-tetto-verde-lecagreen-2
ospedale-pordenone-tetto-verde-lecagreen-4
ospedale-pordenone-tetto-verde-lecagreen-2
ospedale-pordenone-tetto-verde-lecagreen-1
ospedale-pordenone-tetto-verde-lecagreen-6
ospedale-pordenone-tetto-verde-lecagreen-5
ospedale-pordenone-tetto-verde-lecagreen-2
ospedale-pordenone-tetto-verde-lecagreen-4
ospedale-pordenone-tetto-verde-lecagreen-2
ospedale-pordenone-tetto-verde-lecagreen-1
ospedale-pordenone-tetto-verde-lecagreen-6
ospedale-pordenone-tetto-verde-lecagreen-5

Tipo di intervento 

L’argilla espansa Leca è utilizzata come strato drenante nella copertura a verde di uno degli edifici in ampliamento del Centro Ospedaliero di Pordenone. Naturale, leggero, durabile ed estremamente versatile, il prodotto simbolo di casa Laterlite si conferma soluzione ideale per la realizzazione di coperture e tetti “verdi”.

La sistemazione a verde di tetticoperture in genere e terrazze, da tempo presente al centro-nord Europa, da alcuni anni è sempre più diffusa anche in Italia. Oltre a concorrere alla riqualificazione di ambienti urbani, i “tetti verdi” apportano numerosi vantaggi di tipo funzionale, ambientale ed economico. Motivi questi alla base della scelta fatta dai progettisti per il completamento della copertura di un edificio ad ampliamento del Centro Ospedaliero di Pordenone, per la cui realizzazione hanno trovato spazio l’argilla espansa Leca e le soluzioni a verde Laterlite.

Struttura storica oggetto di numerosi interventi di adeguamento tecnologico e ampliamento, l’Ospedale di Pordenone è, nel 2018, al centro di un articolato progetto di rinnovamento complessivo: sono previsti la realizzazione di una serie di edifici di ampliamento; fra questi, la costruzione di una nuova struttura destinata ad ospitare i servizi mortuari e la creazione di un nuovo accesso dedicato. È questo, in particolare, il nuovo edificio per il quale è stata realizzata la copertura a verde con l’argilla espansa Leca quale strato drenanteleggero e isolante. Nella scelta della tipologia di copertura da adottare, lo studio di progettazione ha optato per una soluzione piana con giardino pensile, che presenta una serie di importanti vantaggi: migliora l’isolamento termoacustico e l’efficienza energetica dell’edificio; protegge al contempo lo strato di impermeabilizzazione e la struttura dagli agenti atmosferici e dalle escursioni termiche; riduce lo scorrimento superficiale delle acque piovane rallentandone il flusso in entrata alla rete di raccolta idrica. Per raggiungere tali obiettivi si è deciso di utilizzare l’argilla espansa Leca per la creazione dello strato di drenaggio, conoscendone le particolari proprietà tecnologiche che la caratterizzano – prodotto leggeroresistenteisolantenaturale – che ne fanno una soluzione l’ideale per questo tipo di applicazioni. L’argilla espansa Leca è un materiale naturale, sicuro e durabile nel tempo, in grado di contribuire all’isolamento termico degli edifici. Nel settore delle coperture a verde, in particolare, l’argilla espansa Leca, disponibile in quattro diverse granulometrie in funzione dell’applicazione; si fa apprezzare per la sua leggerezza, con una densità variabile da 320 a 380 kg/m³, la facile messa in opera, l’elevata porosità totale (> 80%) e una spiccata ritenzione idrica (circa il 30%), offrendo al contempo le massime garanzie sotto il profilo meccanico in virtù dell’elevata resistenza ai cicli gelo/disgelo e alla compressione (≥ 1,0 N/mm²). Nel caso dell’intervento dell’edificio in ampliamento dell’Ospedale di Pordenone sono stati utilizzati circa 224 m³ di argilla espansa Leca, che hanno consentito la creazione dell’opportuno strato di drenaggio su una superficie a verde di circa 800 m².  A completamento della copertura a verde inoltre, è stata utilizzata anche un’altra soluzione a verde LaterliteLecaGreen Intensivosubstrato colturale leggero, ideale per la progettazione di giardini pensili, per inverdimenti in ambiti di ristrutturazione e per spessori di substrato importantiriducendo sensibilmente i sovraccarichi sulla copertura. Nel caso in esame è stata usata la versione LecaGreen Intensivo per un volume di 114 m³. La leggerezza dei materiali Leca e la grande praticità di posa in opera, infine, ne hanno permesso l’approntamento in tempi estremamente rapidi, grazie anche alla fornitura in cantiere con autotreni cisternati e pompando agevolmente il materiale sulla copertura interessata dalla copertura a verde.

Richiedi informazioni


    I campi contrassegnati con * sono obbligatori

    Iscriviti a LecaNews, la newsletter del gruppo Laterlite che ti tiene costantemente aggiornato sulle novità, le soluzioni e i sistemi tecnici del mondo Leca.

    Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

    Privacy*

    I campi contrassegnati con * sono obbligatori